x

x

Vai al contenuto

Diciassettenne accoltellata e abbandonata in un sacco della spazzatura nel carrello della spesa. Orrore a Roma

ragazza-uccisa-carrello-spesa
Pubblicato: 28/06/2023 20:30

Soltanto ieri vi avevamo parlato di alcuni episodi di violenza contro le donne, oggi invece abbiamo davanti l’ennesimo femminicidio consumatosi di nuovo nella città di Roma. In un carrello della spesa abbandonato è stato rinvenuto il cadavere di una ragazza uccisa a coltellate. La macabra scoperta nella zona di Primavalle nella Capitale. (Aggiornamento: 17enne arrestato per l’omicidio di Michelle Maria Causo a Primavalle: ecco i possibili moventi).
Leggi anche: “Papà picchia mamma”: dodicenne cerca di difendere la madre, che chiede aiuto inviando un’emoji all’amica

[random_featured_article]
donna-uccisa-carrello-spesa

Le indagini in corso

Il corpo della giovane donna, che si è scoperto avere solo 17 anni, era inoltre avvolto in un sacco nero della spazzatura e il carrello si trovava vicino a dei cassonetti. Attualmente è stato arrestato un giovane ragazzo della sua stessa età probabilmente conoscente della vittima. Per ora le indagini sono ancora in corso, e non è stato dichiarato nulla dalle Forze dell’Ordine. La ragazza però sembrerebbe essere stata uccisa con alcune coltellate.

Sul corpo sono stati rinvenuti segni profondi di fendenti. La ragazza è stata trovata grazie alle numerose chiamate fatte al numero unico per le emergenze. Molti residenti già alle 15 di oggi hanno segnalato la cosa. Questo perché alcuni si sono accorti che dal carrello della spesa gocciolava del sangue in terra.
Leggi anche: “Si è svegliata nuda”: parla la madre della ragazza violentata nell’ospedale di Roma. Le somministravano metadone

donna-uccisa-carrello-spesa

Come riferisce anche La Repubblica, sembrerebbe esserci inoltre un testimone che avrebbe visto proprio qualcuno abbandonare il corpo. Grazie anche a delle macchie di sangue rinvenute davanti un portone e subito dopo aver trovato il cadavere, gli agenti si sono messi alla ricerca di un possibile sospettato. Sono arrivati così ad un ragazzo. Probabilmente il coetaneo della vittima sarebbe il carnefice e l’autore di questo orrore, per ora dalla Questura non arrivano conferme. E’ ancora da accertare l’accaduto.
Leggi anche: “Vorrebbe dei figli?”: la discriminazione contro le donne ai colloqui di lavoro. La domanda però è ILLEGALE

[random_featured_article]