“The longer, the better”: spot del mascara sul cliché dei neri superdotati. È polemica

 “The longer, the better”: spot del mascara sul cliché dei neri superdotati. È polemica

“Allusioni degne del Bagaglino dei tempi d’oro. Il razzismo non è un’opinione” si legge in un commento lasciato dalla pagina social degli attivisti di “ivgstobenissimo”. Chi non si è scomodato nel lanciare accuse così gravi ha comunque sostenuto che l’azienda avrebbe potuto ricorrere a un uso più saggio degli slogan per pubblicizzare i propri prodotti.

La risposta della Layla Cosmetics, che in Italia è l’azienda numero uno per i suoi smalti semipermanenti, non si è fatta attendere: “Ognuno è libero di vedere quello che vuole. Per noi il vero significato della parola “razzismo” è disgraziatamente distante da ciò che si può vedere nel nostro spot. Incominciamo a dare il giusto peso alle parole, che potranno essere eliminate solo se si combatte tutti il giusto nemico”.

L’azienda, che vanta alcune collaborazioni con Fedez che ha più volte sponsorizzato i suoi smalti, non è nuova a queste provocazioni. Qualche tempo fa con lo slogan “Il mascara allunga le ciglia ma non la vita” ha persino lanciato una linea con la famosa agenzia di pompe funebri Taffo.

LEGGI ANCHE: “Ciao Povery! Solo per chi ha i domestici”: pubblicità ‘classista’ scatena un’accesa polemica sul web

autore02

....

Articoli correlati