“Sono fictosessuale”: uomo sposa un ologramma ma la sua famiglia è contraria

 “Sono fictosessuale”: uomo sposa un ologramma ma la sua famiglia è contraria

“L’ho conosciuta dopo un periodo personale e professionale molto complicato. Grazie a questo sentimento sono riuscito a riprendermi dalla depressione”

Il 38enne sa perfettamente che sua moglie è un personaggio di fantasia, ma sostiene che i suoi sentimenti e le sensazioni che prova quando è con lei sono reali. Kondo ha spiegato di non aver mai provato per nessun umano ciò che prova per lei e che per questo non le mancherà mai di rispetto. Anche perchè quando l’intelligenza artificiale che anima l’ologramma ha accettato di sposarlo ha posto un’unica condizione, ossia di trattarla bene.

Naturalmente sul web la storia di Kondo ha attirato i commenti più disparati, tra chi si è preso gioco di lui e chi ha sottolineato la necessità di studiare questi nuovi fenomeni, sempre più frequenti con l’avanzare della tecnologia. Ma a far discutere è stato specialmente l’aspetto dell’ologramma scelto dal 38enne come compagna di vita, che ha le fattezze di un’adolescente…

LEGGI ANCHE: “È la donna perfetta per me”: bodybuilder sposa la sua bambola gonfiabile

autore02

....

Articoli correlati