Silvia Aisha, nuova vita: insegna a scuola e sposa amico d’infanzia convertito

 Silvia Aisha, nuova vita: insegna a scuola e sposa amico d’infanzia convertito

La nuova vita di Silvia Aisha Romano: si è sposata con un amico di infanzia di religione islamica e insegna mediazione linguistica.

Mancano poche ore al primo anniversario del rientro a casa di Silvia Aisha Romano. La (ex) cooperante, originaria del quartiere milanese Casoretto, atterrò infatti all’aeroporto di Ciampino il 10 maggio del 2020.

Il rapimento

Nelle ore successive al suo rientro, fu più chiaro cosa successe in quei 18 mesi tra novembre 2018 e maggio 2020. La giovane fu rapita in Kenya mentre lavorava per una onlus marchigiana come volontaria, con lo scopo di fare esperienza nell’ambito della cooperazione internazionale.

Nonostante la giovanissima età, le fu affidata la gestione di un campo masai. Un giorno come tanti, nel novembre 2018, fu rapita da alcuni criminali, probabilmente non di origini keniote. Questi, qualche mese più tardi, la “vendettero” al al gruppo terroristico di Al Shabab, affiliato ad al Qaeda. Nonostante tutto, almeno stando alle dichiarazioni della 26enne, i criminali l’avrebbero trattata sempre “con rispetto” e le avrebbero promesso di non ucciderla.

Dopo una lunga e complessa trattativa, i servizi segreti italiani sono riusciti a trovare un accordo pecuniario con i terroristi, che hanno infine “restituito” Silvia Aisha.

CONTINUA NELLA PAGINA SUCCESSIVA

Edoardo Ciotola

Related post