“Si respira freschezza”: volontaria in centro Lgbt si candida con Adinolfi e Di Stefano

 “Si respira freschezza”: volontaria in centro Lgbt si candida con Adinolfi e Di Stefano

Carlotta Toschi, 38enne, difensore d’ufficio presso il tribunale di Bologna, ha da poco annunciato la sua candidatura al fianco di Mario Adinolfi e Simone Di Stefano passando dalla difesa dei diritti della comunità Lgbtq+, a quella della cosiddetta “famiglia tradizionale“.

La candidata di Alternativa Per l’Italia, presta volontariato nel centro Cassero, che da anni si batte per il riconoscimento dei diritti delle persone trans, bisessuali, lesbiche e gay. La sua discesa in campo al fianco di Adinolfi e Di Stefano ha stupito, di conseguenza, tutti.

“Ho respirato freschezza”, ha sottolineato Toschi giustificando così la sua adesione al partito che richiama neanche troppo velatamente Alternative fuer Deutschland, partito di estrema destra tedesco da cui, tra l’altro, prende ispirazione anche sui temi. “No green pass e difesa della famiglia tradizionale”.

Dopo aver appreso la notizia, i responsabili del Cassero Lgbti+ Center di Bologna hanno manifestato – attraverso un comunciato – il loro sconcerto. “Candidarsi con una lista appoggiata da Adinolfi e da Di Stefano significa infatti abbracciare posizioni politiche che negano non solo le nostre battaglie ma le nostre esistenze”.

C’è tuttavia da sottolineare che l’avventura politica di Carlotta Toschi potrebbe interrompersi ancor prima di cominciare:

CONTINUA A LEGGERE NELLA PROSSIMA PAGINA

autore02

....

Articoli correlati