Romania, giocatori di Serie A in campo coi cani randagi per favorire le adozioni

 Romania, giocatori di Serie A in campo coi cani randagi per favorire le adozioni

L’iniziativa a favore dei cani randagi in Romania che coinvolge il calcio

Il randagismo è un problema rilevante in molti stati europei. In Romania, in particolare, da anni gli attivisti cercano di attirare l’attenzione sui trattamenti brutali riservati ai cani randagi, che spesso vengono portati in canili lager o, nella peggiore delle ipotesi, uccisi di nascosto.

L’iniziativa della Liga I

Problemi straordinari richiedono soluzioni straordinarie e l’inizio del campionato di calcio rumeno ha coinciso con un’importante novità. Prima di ogni partita, infatti, i calciatori delle due squadre mostreranno alle telecamere un cane randagio già pronto per l’adozione.

Chiaramente l’iniziativa ha avuto luogo anche prima del big match dello scorso weekend tra FSCB e Dinamo Bucarest, che in Romania è il derby della Capitale.

Milioni di appassionati di calcio rumeno da tutto il mondo hanno potuto ammirare la tenera immagine dei 22 calciatori con in braccio altrettanti cani in cerca di un padrone. Nello specifico, quelli mostrati al pubblico prima del derby erano i quattrozampe del canile di Brănești.

CONTINUA NELLA PAGINA SUCCESSIVA

Edoardo Ciotola

Related post