Potenza, muore cadendo dal balcone: spunta lite col fidanzato prima della tragedia

 Potenza, muore cadendo dal balcone: spunta lite col fidanzato prima della tragedia

Una 30enne originaria della provincia di Salerno è morta venerdì notte a Potenza. Giallo sulla dinamica del decesso: la famiglia non crede al suicidio.

Nella notte tra venerdì e sabato della settimana scorsa, una 30enne originaria di Montesano sulla Marcellana è morta a Potenza. Si chiamava Dora Lagreca e lavorava come assistente scolastica proprio nella capoluogo della Basilicata.

La tragedia di Potenza

La donna è caduta dal quarto piano di una palazzina. Su come sia precipitata, al momento le informazioni sono frammentarie. Le uniche fonti sono delle indiscrezioni giornalistiche riportate da Il Mattino e altri quotidiani online, non confermate ufficialmente dai carabinieri.

Stando a quanto trapela online, il fidanzato della 30enne avrebbe avuto un lungo colloquio con i carabinieri di Potenza nella giornata di sabato.

Il ragazzo avrebbe riferito ai carabinieri che Lagreca si sarebbe lanciata nel vuoto a seguito di un litigio. I due avrebbero trascorso in compagnia la sera di venerdì, per poi rientrare insieme a casa.
Qui avrebbero discusso animatamente e al culmine della lite, la 30enne originaria della provincia di Salerno avrebbe compiuto il gesto estremo.

Pare che la ringhiera del terrazzino della mansarda dove i due si trovavano fosse “poco alta”, rendendo più facile il tragico lancio nel vuoto. Dora Lagreca è sopravvissuta al terrificante impatto ma dopo circa due ore è stata dichiarata morta presso l’ospedale San Carlo di Potenza.

Pochi istanti dopo il gesto, il fidanzato sarebbe sceso di corsa a piedi nudi per chiamare i soccorsi, trovando la 30enne sull’asfalto priva di sensi.

CONTINUA NELLA PAGINA SUCCESSIVA

Edoardo Ciotola

Related post