Padre in spalla cammina per 12 ore nella foresta amazzonica per farlo vaccinare

 Padre in spalla cammina per 12 ore nella foresta amazzonica per farlo vaccinare

Un giovane indigeno di 24 anni ha trasportato per oltre 12 ore il padre 67enne sulle spalle per raggiungere il centro vaccinale più vicino. (PHOTO CREDIT: Erik Jennings)Tawy, ha dovuto evitare massi, buche e i mille altri pericoli della foresta amazzonica per permettere all’anziano padre di ricevere il vaccino anti-Covid.

Il ragazzo, che appartiene al popolo degli Zó’è, etnia composta da poco più di 300 uomini che vivono in piccole comunità, nella selva amazzonica del Nord del Pará, aveva sentito che, presso l’avamposto più vicino, alcuni medici avevano organizzato un centro vaccinale.

Nonostante la sua tribù sia una delle più isolate al mondo, anche gli Zó’è hanno sofferto a causa della Pandemia. E così, sia per tenere al sicuro suo padre che per dare il buon esempio al resto della tribù, il 24enne ha deciso di compiere un viaggio di oltre 12 ore.

CONTINUA A LEGGERE NELLA PROSSIMA PAGINA (+FOTO)

autore02

Related post