“Niente distinzioni”: il ‘re del pollo’ Amadori licenzia la nipote. Lei: “Farò causa”

 “Niente distinzioni”: il ‘re del pollo’ Amadori licenzia la nipote. Lei: “Farò causa”

Le regole sono uguali per tutti: il gruppo Amadori licenzia la nipote del fondatore (e figlia dell’attuale presidente)

Il consorzio non ha rivelato ulteriori dettagli sulle cause che hanno portato al licenziamento. Era, tuttavia, da diverso tempo che circolavano rumors su una possibile incrinatura del rapporto professionale tra la 44enne e il gruppo gestito dalla sua famiglia. Suo padre Flavio è attualmente il presidente del consorzio.

Attraverso un comunicato condiviso a poche ore dalla notizia del suo licenziamento, Francesca Amadori ha affermato che è pronta a portare l’impresa fondata dal nonno in tribunale per difendere i suoi diritti:

“In merito alle notizie che riguardano la mia persona, desidero precisare che nei 18 anni di attività lavorativa presso il Gruppo di famiglia, ho sempre operato in maniera eticamente corretta e nell’interesse dell’azienda; animata dal sentimento di attaccamento che da sempre mi lega all’impresa fondata da mio nonno Francesco.” sottolinea l’ex responsabile della comunicazione.

“Quanto al licenziamento, preciso che sto valutando le iniziative più opportune per oppormi ad un provvedimento che ritengo ingiusto e illegittimo; e che non riguarda la violazione di alcuna regola aziendale, trovando al contrario fondamento in altre logiche che dovranno essere appurate nelle opportune sedi”

LEGGI ANCHE: Chiara Ferragni liquida tutti i soci: alla sorella Valentina spetteranno 50 euro

autore02

Related post