Morta dopo dose AstraZeneca, Camilla era affetta da piastrinopenia autoimmune

 Morta dopo dose AstraZeneca, Camilla era affetta da piastrinopenia autoimmune

Camilla Canepa, la giovane 18enne morta a seguito della somministrazione del vaccino AstraZeneca, soffriva di una doppia patologia pregressa. Questo avrebbe dovuto fare di lei un soggetto potenzialmente a rischio, per i quali sono previsti ulteriori accertamenti e la somministrazione di un altro tipo di vaccino.

La ragazza, secondo quanto battuto dalle agenzie in queste ultime ore, soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e stava seguendo una terapia ormonale. Gli investigatori stanno cercando di stabilire se le due patologie fossero state indicate nella scheda consegnata prima della somministrazione del vaccino.

Camilla è morta ieri, all’ospedale San Martino di Genova, dove era ricoverata dal 5 giugno a seguito di un’emorragia cerebrale. La Procura di Genova ha immediatamente avviato un’indagine sulla sua morte. Il fascicolo – come da protocollo – è stato aperto per omicidio colposo a carico di ignoti.

CONTINUA A LEGGERE NELLA PROSSIMA PAGINA

autore02

Related post