L’atroce lettera di Seid, suicida a 20 anni: “Sguardi schifati per colore della mia pelle”

 L’atroce lettera di Seid, suicida a 20 anni: “Sguardi schifati per colore della mia pelle”

“Ovunque io vada, ovunque io sia, sento sulle mie spalle come un macigno il peso degli sguardi scettici, prevenuti, schifati e impauriti delle persone” questo il contenuto di una lettera scritta qualche tempo fa da Seid Visin, il giovane 20enne di origini etiopi ritrovato senza vita nel suo appartamento a Nocera Inferiore dove viveva insieme alla famiglia che lo aveva adottato a 7 anni.

Seid non ha retto alla fragilità dei suoi anni e al peso delle discriminazioni subite. Il giovane era una promessa del calcio italiano: aveva militato nelle giovanili di Inter e Milan, prima di passare al Benevento per stare più vicino alla famiglia. Ma qualcosa in lui si era rotto. Seid ha spiegato di essere arrivato al punto di sentirsi insignificante.

Nella sua lettera aveva descritto le reazioni degli altri al colore della sua pelle, quei dubbi della cosiddetta “gente per bene” che quando entrava nei negozi credeva fosse un ladro. O la paura negli occhi della gente sui mezzi pubblici, che pensava potesse essere un borseggiatore.

“Ovunque fossi, ovunque andassi, tutti si rivolgevano a me con gioia, rispetto e curiosità. Adesso sembra che si sia capovolto tutto” racconta Seid nella sua lettera.

“Ero riuscito a trovare un lavoro che ho dovuto lasciare perché troppe persone, specie anziane, si rifiutavano di farsi servire da me e, come se non mi sentissi già a disagio, mi additavano anche come responsabile perché molti giovani italiani (bianchi) non trovassero lavoro”.

Il giovane ha anche confessato di aver iniziato a fare battutacce di pessimo gusto sulle persone di colore e sugli immigrati, nella speranza che gli altri iniziassero a pensare che “non fosse uno di loro”. Una strategia dettata dalla paura, la paura per quell’odio che vedeva negli occhi della gente e che provava a reindirizzare lontano da sè.

CONTINUA A LEGGERE NELLA PROSSIMA PAGINA (+POST)

autore02

Related post