La prima vescova d’Italia: “Bacio tra due donne? Se è amore è opera di Dio”

 La prima vescova d’Italia: “Bacio tra due donne? Se è amore è opera di Dio”

“Cosa avrei fatto io se fossi stato al posto di quella suora? Forse avrei chiesto a quelle due ragazze se desideravano sposarsi” a parlare è Madre Maria Vittoria Longhitano, vescova dell’Inclusive Anglican Episcopal Church. La religiosa, prima donna italiana a ricevere l’ordine, ha commentato vicenda dell’anziana suora che, a Napoli, ha interrotto un bacio tra due modelle accusandole di essere il diavolo.

Due persone adulte e consenzienti sono libere di baciarsi, se sono felici di farlo” ha continuato la vescova, che non ha mai nascosto il suo supporto alla comunità LGBTQ+. Madre Maria Vittoria ha celebrato il primo matrimonio omosessuale nel 2010, a Cormano, in provincia di Milano. “Molte chiese si limitano alle benedizioni, noi invece celebriamo il matrimonio egualitario” ha continuato la prelata parlando a Vanity Fair.

Madre Maria Vittoria ritiene che amore e sessualità siano opera di Dio: “Il modello di relazione della Bibbia è l’alleanza. Le due parti possono sigillare questo patto se rispettano alcuni requisiti, come previsto nei diritti canonici di tutte le chiese cristiane: la fedeltà, la volontà di stabilire dimora nello stesso luogo, l’obiettivo di condividere la vita. Naturalmente, poi, devono essere credenti. Ma ci interessa il comportamento, non l’orientamento sessuale”.

Nel corso dell’intervista, la vescova ha anche parlato della sua personale esperienza, in quanto donna, nella Chiesa Cattolica:

CONTINUA A LEGGERE NELLA PROSSIMA PAGINA

autore02

....

Articoli correlati