Influencers, fuga all’esterno “per progetto di vita” o “per promuovere turismo”: è polemica

 Influencers, fuga all’esterno “per progetto di vita” o “per promuovere turismo”: è polemica

Influencers in vacanza all’estero in barba alle restrizioni Covid: nelle scorse ore si è registrata una vera e propria migrazione di Vip nonostante molte mete scelte non accettano turisti.

In questo periodo di grande incertezza e preoccupazione per l’emergenza sanitaria in corso, ogni Paese hanno adottato un regolamento diverso sugli spostamenti. Alcuni, come per esempio Spagna, Portogallo, Malta, Grecia e Croazia, hanno deciso di accogliere i turisti provenienti dall’Europa. Tanti altri, come gli Emirati Arabi e l’Egitto, invece, accettano arrivi da Paesi esteri solamente per conclamati motivi lavorativi o di necessità.

E allora come sono riusciti i vip nostrani a concedersi una fuga dalla Pandemia all’estero? A spiegarlo, senza tanti peli sulla lingua, sono stati proprio alcuni dei diretti interessati, contattati dalla redazione di “Live – Non è la d’Urso”.

Tra le tante influencer che hanno scelto Dubai come meta turistica c’è, per esempio Asia Gianese, un’influencer da 600mila follower: “Sto qua per motivi di lavoro. Sono partita prima che la situazione in Italia si aggravasse nuovamente. Sto seguendo tutte le regole: ho fatto il tampone, quando tornerò in Italia farò la quarantena” ha spiegato la ragazza, rifiutandosi però di rivelare che tipo di lavoro sta svolgendo.
“Non posso dirlo perché ho firmato un accordo di riservatezza. Sono una modella, faccio la promoter: questo è il mio progetto di vita”.

Ad imbeccarla in studio è stata Vladimir Luxuria: “Nell’autocertificazione hai scritto progetto di vita quindi?”.

CONTINUA A LEGGERE NELLA PROSSIMA PAGINA (+FOTO e VIDEO)

autore02

Related post