Infermiera cerca sua madre per curarsi da tumore: “L’ho trovata ma non vuole aiutarmi”

 Infermiera cerca sua madre per curarsi da tumore: “L’ho trovata ma non vuole aiutarmi”

Nel 1973, una bimba fu abbandonata subito dopo la nascita all’orfanotrofio delle suore di Rebbio, a Como. Il suo nome è Daniela Molinari, oggi fa l’infermiera a Milano e ora più che mai ha bisogno della sua madre naturale per una questione di vita o di morte: la donna sta lottando contro un cancro che resiste alle cure tradizionali. I medici che la stanno curando hanno quindi proposto di optare per una terapia sperimentale, per la quale però servirebbe la mappa genetica di almeno uno dei suoi genitori.

Anche per questo motivo, Daniela ha deciso di fare il possibile per trovare la donna che l’ha messa al mondo. A rintracciarla è stato il Tribunale per i minorenni di Milano, ma la mamma si è rifiutata non solo di aver a che fare con la figlia malata di cancro, ma si sarebbe anche di sottoporsi al prelievo di sangue, nonostante le fosse stato garantito il completo anonimato.

Attraversi le pagine de La Repubblica, l’infermiera 47enne ha voluto lanciarle un nuovo appello chiedendogli almeno di permettere le analisi biologiche senza le quali i medici non potrebbero trovare una cura per lei e per le figlie, qualora il cancro dovesse essere ereditario.

La donna, dopo essersi rifiutata di rispondere alla convocazione del Tribunale, ha comunicato telefonicamente che per lei rivivere quel periodo della sua vita è troppo doloroso.

CONTINUA A LEGGERE NELLA PROSSIMA PAGINA

autore02

Related post