Il sindaco che nega la cittadinanza a Liliana Segre: “Sono convintamente antisemita”

 Il sindaco che nega la cittadinanza a Liliana Segre: “Sono convintamente antisemita”

“Sono convintamente antisemita” Una frase ripetuta più e più volte per giustificare così il suo voto contrario al conferimento della cittadinanza onoraria a Liliana Segre.

Uno strafalcione (non da tutti definito così ndr), ripetuto in diretta, dal sindaco di Gualdo Cattaneo, Enrico Valentini, nel corso dell’ultima seduta in videoconferenza, quando il consiglio comunale del borgo in provincia di Perugia discuteva la mozione presentata dal gruppo di opposizione di centrosinistra “Territorio Comune”.

Valentini è lo stesso sindaco che un anno fa ottenne attenzione mediatica invitando la popstar americana Jennifer Lopez ad abitare nel piccolo comune di cui è amministratore.

Il primo cittadino stava spiegando che dietro la sua scelta non c’è nessun pregiudizio politico. Il no deriverebbe dal fatto che la senatrice a vita sopravvissuta all’Olocausto non ha legami con Gualdo Cattaneo. Quindi non meriterebbe l’onorificenza che diversi altri Comuni le hanno invece consegnato proprio per dare un messaggio in risposta alle gravi episodi di odio razziale di cui la senatrice è stata vittima negli ultimi tempi.

CONTINUA A LEGGERE NELLA PROSSIMA PAGINA

autore02

Related post