x

x

Vai al contenuto

“Mi strazia!” Parla il padre di Maria Sofia Federico, ma lei risponde per le rime: “Vada in terapia” (VIDEO)

maria-sofia-federico-padre-commenta-porno
Pubblicato: 19/06/2023 13:30

Vi avevamo già parlato qui di Maria Sofia Federico, reduce dalla scorsa edizione de Il Collegio, che appena diciottenne ha deciso di intraprendere una carriera nel mondo del porno. Oltre al suo canale OnlyFans insieme alla sua ragazza e volendosi spingere fino a PornHub, adesso è entrata ufficialmente nella Siffredi Academy, una scuola proprio diretta da Rocco Siffredi. Adesso però dopo le ultime dichiarazioni è il padre di Maria Sofia Federico che ha deciso di esprimersi in merito.
Leggi anche: “Al naturale sei un mostro come noi”: Melissa Satta si mostra senza trucco e scatena gli haters(VIDEO)

[random_featured_article]
maria-sofia-federico-padre-commenta-porno
post Instagram @mariasofia.federico

Le dichiarazioni di Luca Federico


Maria Sofia Federico ha dichiarato di essere entrata nel mondo per porno per sensibilizzare sex work, così da abbattere stereotipi nocivi sulle persone che come me, attualmente rientrano in una categoria ancora giudicata male da parte della maggior parte della società”. Adesso però è il padre Luca Federico che interviene e ha rilasciato un’intervista in cui ha detto: “sia io che mia moglie non stiamo per nulla bene”.

maria-sofia-federico-only-fans
post Instagram @mariasofia.federico


E ancora al programma radiofonico La Zanzara afferma che addirittura avrebbe parlato con Rocco Siffredi stesso “ci siamo sentiti diverse volte, anche tramite messaggio. Mia figlia mi ha detto che è stato lui stesso a volermi sentire, anche se lei era ormai maggiorenne da qualche mese”. Luca Federico però non sembra accettare di buon grado la scelta della figlia.
Leggi anche: “In Italia ogni mese vengono uccise 8 donne”: il report allarmante del Viminale sui femminicidi


Mi sento in parte colpevole, e ho paura possa essere plagiata. Ho scelto quello che è il male minore. Almeno con il signor Siffredi so dove sta e che è protetta.” L’uomo però continua dicendo chesono uscite fuori scene molto esplicite, l’ambiente è per me straziante. Mia moglie ha avuto una reazione molto brutta, ma è stata fredda. Ha chiesto a Maria Sofia se quello è ciò che vuole veramente, se vuole cambiare il mondo in questo modo perché tra qualche anno potrebbe pentirsi”.

[random_featured_article]

E ancora: “Non è che non rispetto la sua decisione, ma non la condivido, non la comprendo, è differente. Io sono rispettoso di qualsiasi tipo di scelta liberale e liberatoria…Quanto ha guadagnato? Oltre gli 80 mila euro.”

Maria Sofia Federico ha deciso di rispondere al padre


Ovviamente non è tardata ad arrivare la risposta più che piccata di sua figlia stessa, il suo intento è stato quello di sottolineare l’ipocrisia dimostrata dal padre e lo ha fatto tramite un video su Instagram. Maria Sofia Federico ha così risposto, prendendo in considerazioni le dichiarazioni del padre dove afferma di essere stato fruitore di porno in passato: “questo mi mette tanto rammarico perché indica che la nostra categoria è lo zimbello di tutti anche se poi quei tutti ci sfruttano per piacere, ed è segno di ipocrisia rara”.
Leggi anche: “Costrette a mostrare i genitali ai Mondiali”: la denuncia shock dell’ex calciatrice Nilla Fischer


Continua asserendo cheuna persona risolta è in grado di cogliere questa contraddizione e affrontarla in terapia, evitando di scaricare la propria rabbia e incomprensione su una figlia per cui dovrebbe rappresentare un modello di riferimento nonché una figura con cui dialogare per crescere assieme senza pregiudizio”.
Leggi anche: “Non pulisci mai!”: la moglie decide quindi di non occuparsi più della casa, il video diventato virale su TikTok


Insomma uno scontro generazionale che ben fa riflettere. Se da un lato Maria Sofia Federico asserisce di fare tutto ciò per sensibilizzare, è innegabile il fatto che di base il desiderio primario sia anche quello di monetizzare su determinate tematiche. Alcune decisioni infatti vengono quasi giustificate da chi le prende facendo leva su sensibilizzazione, su inclusione, su lotte politiche, sociali e via dicendo. Rimanendo dell’idea che ovviamente ognuno decide della sua vita in modo libero, è da un lato anche comprensibile la reazione dubbia dei genitori.

Fonte: Fanpage, OPEN