Divorzio, Cassazione: “Nessun mantenimento alla ex che non cerca lavoro”

 Divorzio, Cassazione: “Nessun mantenimento alla ex che non cerca lavoro”

Se una donna evita volutamente di cercare un lavoro, l’ex marito non sarà più costretto a versarle l’assegno di mantenimento.

Il famoso “precedente” che cambierà le carte in tavola. Una sentenza della Cassazione ha stabilito che un marito divorziato non è più costretto a versare l’assegno di mantenimento alla ex moglie se quest’ultima evita volutamente di cercare un lavoro.

Non cerchi lavoro? Niente assegno di mantenimento

Il caso in oggetto riguarda una coppia di Torino. La donna, una volta divorziata dal marito, non ha fatto nulla per trovare un impiego, evidentemente ritenendo sufficiente il denaro versatole ogni mese dall’ex coniuge.

Quest’ultimo, dopo qualche tempo, ha deciso di agire per vie legali e, alla fine dei conti, ha avuto ragione. Già in secondo grado i giudici gliel’avevano data “vinta”. L’ex moglie ha deciso di ricorrere in Cassazione, dove è uscita definitivamente “sconfitta”: l’ex marito non è più tenuto a versarle l’assegno mensile. La donna, infine, dovrà pagare anche le spese processuali.

Nella sentenza i giudici hanno argomentato che la 46enne, anche in virtù della sua età, non avesse alcun motivo valido per non impegnarsi nel cercare un lavoro.

CONTINUA NELLA PAGINA SUCCESSIVA

Edoardo Ciotola

Related post