x

x

Vai al contenuto

“Se assumo droga lui può abusare di me?” Ecco cosa dice la Legge

violenza sessuale droga legge
Pubblicato: 11/07/2023 13:38

Se un uomo abusa di una donna e lei ha assunto droghe, allora lui ha il “consenso” per avere con lei un rapporto? Questa la domanda che da giorni viene posta sui social, televisione e giornali. Dopo lo scandalo che ha coinvolto Leonardo Apache La Russa le domande sono molte e questa è forse una di quelle che da un lato ci preme sottolineare e cercare anche di rispondervi. Quindi quando si consuma un rapporto, può essere definita violenza sessuale se sotto effetto di droga, e in merito a questo cosa dice la Legge?
Leggi anche: Gambizza l’ex per vendetta, torna a casa dopo un solo anno: “Questa non è giustizia”

[random_featured_article]
violenza sessuale droga legge

Il caso La Russa

La vicenda che sta interessando ultimamente l’opinione pubblica riguarda il figlio di Ignazio La Russa, Presidente del Senato della Repubblica Italiana. Leonardo Apache La Russa è stato accusato da una ragazza di violenza sessuale. La stessa che ha sporto denuncia ha anche ammesso di aver assunto durante quella serata delle droghe ed è per questo che ha detto di avere un buco di 3 ore in cui non sa cosa sia successo. Fatto sta che la ragazza si è risvegliata a letto con Leonardo La Russa che le ha confessato di aver avuto un rapporto con lei e un suo amico la sera precedente.

Stando alla denuncia della ragazza ovviamente il rapporto non è stato consensuale e come se non bastasse non tranquillizzano nemmeno le parole del Presidente del Senato che hanno generato solo polemiche. Ignazio La Russa infatti ha rilasciato dichiarazioni in cui ammette di aver sentito la storia dalla parte del figlio e di credere a lui sottolineando come la ragazza fosse sotto effetto di droghe. Probabilmente essendo coinvolto in prima persona ed essendo il padre il suo commento non è oggettivo, e questo possiamo capirlo, peraltro ricoprendo una carica così importante tale dichiarazione come molti sostengono non doveva essere rilasciato.
Leggi anche: “Volevano un selfie”: atleta olimpionica viene accerchiata e violentata da tre calciatori

violenza sessuale droga legge

“Nessuno stupro. Sulla ragazza dei dubbi, aveva preso cocaina“. Dire che la ragazza aveva assunto droghe e per questo la sua dichiarazione non è attendibile può diventare anche un problema generale. Come ha anche dichiarato Elly Schlein, segretaria del Partito Democratico, la sua dichiarazione può anche scoraggiare le donne che invece vorrebbero denunciare le violenze subite.

[random_featured_article]

Cosa dice la Legge?

Ciò che ora ci chiediamo è: se io donna ho assunto droghe allora un uomo può abusare di me? Per avere una risposta ovviamente oggettiva vediamo cosa dice la Legge in merito. Prendiamo quindi dal codice penale quello che è l’articolo 609 bis che dicechiunque, con violenza o minaccia o mediante abuso di autorità, costringe taluno a compiere o subire atti sessuali è punito con la reclusione dai sei ai dodici anni.
Leggi anche: “Il sesso senza consenso considerato stupro in tutti i Paesi membri”: la proposta della Commissione Ue

E continuaalla stessa pena soggiace chi induce taluno a compiere o subire atti sessuali; abusando delle condizioni di inferiorità fisica o psichica della persona offesa al momento del fatto.” Se leggiamo quindi attentamente l’articolo 609 bis capiamo che l’assunzione di droghe che sia stata volontaria o come dichiara poi la ragazza costretta, in ogni caso abusare di una persona in quello stato è un’aggravante. Sicuramente non giustifica l’atto.

Quindi non è strettamente necessario che la somministrazione della droga avvenga poi da chi compie anche l’atto sessuale sulla persona. La Cassazione infatti tra quelle che sono le condizioni di inferiorità psichica o fisica inserisce l’assunzione di droghe volontaria o meno. Ovviamente concesso il beneficio del dubbio che qualcuno possa sbagliare in buona fede, tale viene definito in ogni caso reato.

Se la persona non è in grado di rendersi conto di ciò che sta accadendo approfittare di quello stato è forse anche cosa peggiore. Quindi procedere e avere un rapporto quando dall’altro lato c’è chi non può rifiutare, tanto meno dare il consenso, l’unica cosa da fare è fermarsi.