“Chi ha il ciclo? Vi calo le mutande una per una”: titolare di supermarket nella bufera

 “Chi ha il ciclo? Vi calo le mutande una per una”: titolare di supermarket nella bufera

“Datemi il nome e cognome di chi oggi ha il ciclo mestruale altrimenti le calo le mutande una per una” Questo il contenuto di messaggio vocale condiviso su whatsapp dalla direttrice di un supermercato Conad di Pescara in una chat con i capi reparto.
Poco prima la direttrice aveva ritrovato in bagno un assorbente usato finito fuori dal cestino.

Se si fosse trattata di una semplice e comprensibile sfuriata, l’episodio sarebbe potuto passare in sordina. Ma a quanto pare la direttrice è andata oltre pretendendo che le 12 dipendenti presenti nel punto vendita venissero controllate una per una per trovare la colpevole. L’elenco dei loro nomi ha fatto il giro dei gruppi WhatsApp dei vari reparti, con la minaccia di non rinnovare i contratti a tempo determinato qualora non fossero stati effettuati i dovuti controlli e trovato la responsabile.

CONTINUA A LEGGERE NELLA PROSSIMA PAGINA

autore02

....

Articoli correlati