“Ho 20 anni, vivo senza smartphone ma uso rubriche di carta, telefono fisso e mappe”

 “Ho 20 anni, vivo senza smartphone ma uso rubriche di carta, telefono fisso e mappe”

“Ho sostituito lo smartphone con rubriche di carta, telefono fissa e cartine geografiche”

Con il tempo Laura ha capito che la sua scelta le permette inoltre di vivere ogni attimo senza distrazioni: “Se faccio una passeggiata voglio poter osservare quello che mi circonda senza dover rispondere a messaggi e chiamate. Se un giorno dovessi averne assoluto bisogno, lo comprerei.” Magari uno usato per evitare ulteriore impatto sull’ambiente.

Avere un contatto con gli altri, però, è molto importante, come del resto ci ha dimostrato la Pandemia: “Per fortuna non ho dovuto ricorrere al piccione viaggiatore durante il lockdown!” ha scherzato la ragazza, spiegando di possedere oltre alla linea domestica, anche un computer che utilizza per il tempo necessario per tenersi in contatto con gli amici e seguire le lezioni online.

Quando si trova fuori casa, invece, Laura ha comunque una soluzione per ogni imprevisto. Per i numeri di telefono e i promemoria utilizza una rubrica vera, di carta: “E’ molto comoda e più sicura, visto che non la perdi se il cellulare si rompe”.

Per spostarsi in posti che non conosce, invece, o studia la mappa guardando Google Maps prima di uscire di casa o si munisce di cartina geografica. Senza mai dimenticare che qualora si perdesse può sempre chiedere aiuto ai passanti: “C’è sempre qualcuno disposto ad aiutare” spiega con molto candore. (L’INTERVISTA COMPLETA. CREDIT: Adalgisa Marrocco).

LEGGI ANCHE: Brescia, Zoe come Greta Thunberg: a 7 anni raccoglie i rifiuti per strada

autore02

Related post