“Ho 20 anni, vivo senza smartphone ma uso rubriche di carta, telefono fisso e mappe”

 “Ho 20 anni, vivo senza smartphone ma uso rubriche di carta, telefono fisso e mappe”

Laura Vallaro, studentessa di 20 anni, iscritta alla facoltà di Scienze Forestali a Torino, è stata eletta di recente tra i portavoce nazionali dei Fridays For Future, il movimento ambientalista internazionale di protesta nato sull’esempio dell’attivista svedese Greta Thunberg.

La ragazza, che vive a Chieri (Torino), si è raccontata nel corso di un’intervista rilasciata a Adalgisa Marrocco dell’Huffingtonpost. Una lunga conversazione avvenuta tramite telefono fisso, perché Laura -per scelta etica – non possiede un cellulare.

La giovane ha raccontato che il suo impegno ecologista è nato quando era ancora una bambina. Già nel 2015, quando aveva appena 14 anni quindi, ha avuto l’opportunità di partecipare ad alcune manifestazioni ambientaliste in occasione della Conferenza internazionale sul clima di Parigi.

L’amore per la natura è stato inoltre il motivo che l’ha spinta a iscriversi a Scienze Forestali. Laura è convinta che è giunto il tempo di fare scelte determinati per il futuro della nostra e delle prossime generazioni: “Purtroppo – si rende conto la ragazza – la politica internazionale fatica ancora a rendersi conto della situazione e non la vive come un’emergenza”.

Naturalmente tra i suoi modelli c’è Greta Thunberg, che “ha dimostrato che ognuno di noi, nel suo piccolo, può fare tanto e che bisogna agire ora senza più rimandare”

La 20enne ha poi raccontato i motivi che l’hanno portata a scegliere di non usare il cellulare: “Crescendo, i miei mi hanno lasciata libera di scegliere se averne uno, ma io non ne ho sentito il bisogno.” La sua è soprattutto una scelta etica, fatta dopo aver realizzato che per fabbricare i dispositivi elettronici occorrono numerose risorse naturali e che spesso vengono impiegati lavoratori sottopagati e minorenni.

CONTINUA A LEGGERE NELLA PROSSIMA PAGINA

autore02

Related post